Eccoci al secondo appuntamento con Organizzabimbi

il tema del mese declinato al piccolo, per aiutare signorine e giovanotti di casa a crescere più autonomi e organizzati, senza stress!

I bambini e il taccuino

Se vi è piaciuto il mio articolo sul taccuino e avete bambini (o amici che ne hanno) non potete non leggere questo 🙂

So che può sembrare strano, ma un semplice taccuino – come del resto un calendario o l’agenda – può essere uno strumento organizzativo potentissimo (a patto che venga usato come si deve).

Aiuta a ricordare le cose, a non lasciarsi distrarre, a liberare la mente e quindi allontana lo stress e la confusione.

Vi siete già procurati il vostro? Volete sapere come insegnare ai piccoli ad usarne uno?

I bambini e il taccuino

Tenere un taccuino (un blocchetto, un quadernino – magari dalla copertina divertente) può essere molto utile anche ai bambini – e non temete, qui nessuno vuole imporre paletti, compiti, costrizioni:

vedrete che ai più piccoli di casa il taccuino piacerà molto e una volta imparata l’abitudine di usarne uno, difficilmente ne faranno a meno

Tre motivi per insegnare ai bambini a usare il taccuino

Arginare le preoccupazioni

In alcuni periodi, in particolare nei periodi di “snodo” – come il passaggio dalla primaria alle medie o dalle medie inferiori alle superiori, bambini e i ragazzi possono avere qualche problema a dormire bene

Affrontare le novità legate alla scuola, agli insegnanti, ai compagni (nuovi metodi, nuovi contenuti, nuove relazioni) a volte è fonte di ansia ed incertezza che possono farsi sentire sotto forma di pensieri o agitazione e disturbare il sonno.

Sia chiaro, niente può sostituire una bella chiacchierata con mamma e papà, con fratelli e sorelle maggiori, con gli stessi insegnanti, ma il taccuino può essere di grande aiuto:

disegnare a ruota libera o descrivere con le parole quello che provano servirà a ragazze e ragazzi a liberare la creatività e a dare un nome alle emozioni, cioè a riconoscerle e viverle con maggiore serenità e consapevolezza

Il taccuino qui avrà un ruolo simile a quello di un diario personale, che ha un’azione rasserenante perché pensieri e sensazioni vengono affidare ad un luogo sicuro, che non giudica  ma accoglie

Conoscere e gestire i cerchi aperti

Molti ragazzi si distraggono facilmente.

Succede spesso che mentre stanno facendo i compiti venga loro in mente qualcosa e fanno molta fatica a restare concentrati: quel pensiero si trasforma in qualcosa di urgente; devono assolutamente dirvi o fare qualcosa, e subito!

Anche i piccoli infatti hanno dei cerchi aperti, e sentono che se non li chiudono subito potrebbero dimenticarsene. L’ansia ha il sopravvento e la concentrazione svanisce

Non rimproverateli di distrarsi troppo facilmente, accade anche a noi: piuttosto provate a dare loro qualche indicazione su come arginare le distrazioni. Una di queste è l’uso del taccuino!

Scrivere li farà sentire al sicuro: qualunque cosa venga loro in mente, sanno che non potranno dimenticarsene e che quindi è tutto sotto controllo. Potranno finire i compiti e poi dedicarsi alle altre attività.

Inoltre, impareranno a riconoscere la differenza di priorità tra “passare in libreria per ritirare il libro di inglese per domani” e “comprare le figurine”

Acquisire sicurezza

Anche i ragazzi, come gli adulti, possono usare il taccuino per evitare di segnare sul diario appunti e note che non hanno una scadenza e che quindi non vanno “a calendario”.

Sono elementi rassicuranti, che hanno un ruolo molto importante nella loro crescita perché sanno di indipendenza!

Ecco qualche esempio:

  1. Acquisti da fare
  2. Check list per preparare zaino e vestiti
  3. Rituale della sera preferito
  4. Memo (ad esempio per cose prestate o ricevute in prestito)
  5. Frasi di canzoni o citazioni letterarie
  6. Titoli di brani musicali, nomi di attori o di autori
In altre parole: impareranno ad affidarsi ai loro strumenti organizzativi!

Senza temere di essere troppo invadenti, potete scrivere ogni tanto un piccolo messaggio al vostro piccolo sul taccuino: un’altra cosa che non fa mai male ricordare è che su mamma e papà si può sempre contare!

Appuntamento al 28 Febbraio con l’angolo della POsta <3

A presto!

Germana