La scuola è finita e i bambini sono a casa, ma le ferie sono ancora lontane

come mi organizzo?

Se anche voi avete bambini, probabilmente siete nella seguente situazione:

  1. avete bisogno che qualcuno si occupi di loro mentre voi siete al lavoro (nella migliore delle ipotesi fino ad ora di pranzo)
  2. dovete poter stare tranquilli e sapere che i bambini sono al sicuro e si divertono
  3. vorreste godervi i pomeriggi insieme, visto che non hanno compiti per l’indomani e di solito neanche altre attività extra
mattina

per le loro mattine, probabilmente vi siete già rivolti ai nonni o alle strutture che propongono varie attività estive con personale preparato e attento

Familiari, baby sitter o ludoteche con programmi estivi vi permettono in linea di massima di mantenere gli orari invernali e questo costituisce un vantaggio, perché i piccoli sono già abituati alla routine:

sveglia presto, colazione, nonni o ludoteca in attesa che arrivino le agognate ferie anche per mamma e papà

pomeriggio

Chiedetevi se quello che vi crea qualche difficoltà in più non siano le ore in cui siete tutti insieme in casa, al pomeriggio:

la voglia di vederli sereni e rilassati, di sapere che – anche se voi state ancora lavorando – almeno per loro l’estate è davvero iniziata, può farvi pensare che dovete inventarvi ogni giorno un modo per “farli divertire” e finire per esagerare

attenzione a non confondere la vostra esigenza di organizzarvi con l’organizzazione di ogni ora delle loro giornate

Il riposo

Non dimenticate che i bambini sono già reduci da giornate intensissime, tra scuola, sport e altre attività che li hanno tenuti impegnati per l’intera settimana durante l’anno scolastico:

quando rientrano dalla ludoteca è bene dare loro la possibilità di godere dell’intimità degli spazi cari e conosciuti, che infondono loro un senso di sicurezza, di approdo, di pace, esattamente come succede a noi.

Se da una parte la continuità con i ritmi legati all’anno scolastico costituisce un vantaggio, dall’altra toglie ai piccoli la possibilità della lentezza 

(dormire un po’ di più, fare colazione con calma, dedicarsi ad attività semplici da fare ad un ritmo più lento: non è quello di cui anche noi adulti sentiamo il bisogno?)

I bambini, che pure sono un vero concentrato di energie, si stancano quanto e più di noi; e come noi, hanno bisogno di “tempo libero” da dedicare al riposo.

Noi adulti lo chiamiamo “relax”

Esattamente come noi, anche i bambini hanno bisogno di riposare per recuperare le energie spese durante il giorno, e il luogo ideale è la propria casa, di cui conoscono ogni angolo, rumore, profumo.

Se anche le ore pomeridiane non sono “organizzate”, poco male (anzi, meglio!)

E se a casa si annoiano?

Visto che hanno già trascorso parte del giorno fuori, impegnati nelle varie attività loro proposte, è meglio non esagerare con le cose da fare anche in casa, senza temere la noia.

riprendere la buona abitudine del “dolce far niente”

 

la noia è una risorsa importante

È noto che la noia fa bene al bambino, perché gli permette di ascoltare sé stesso e le proprie emozioni, far andare liberi i pensieri e la fantasia e (se ne hanno voglia) trovare da sé qualcosa da fare in tutta libertà!

 

aiutarlo ad affidarsi alla risorsa più grande che ha: l’immaginazione!

Non fatevi trovare impreparati e cercate di organizzarvi 🙂 per fornirgli qualche strumento utile a scatenare la creatività!

Ecco cosa può aiutare:

  1. Colori
  2. Scatola dei tesori
  3. Libro di cucina

1. I colori e dei fogli di carta non dovrebbero mai mancare sulla scrivania del vostro piccolo:

  • disegnare e colorare è una delle attività che più soddisfano i bambini; possono dare sfogo alla fantasia e poi appendere i loro capolavori in cameretta
  • in libreria ed in edicola si trovano bellissimi album da colorare per tutte le età
  • al mercatino potete comprare qualche bella maglietta bianca e con i colori per la stoffa e i pennelli può fare da sé una maglietta originale da indossare con orgoglio per tutta l’estate!

organizzatevi! ⇒ fate insieme una scelta dei disegni più belli dell’estate da conservare in un bel raccoglitore, senza dimenticare di mettere la data!

2. Una scatola piena di materiali vari:

merletti, carte colorate, pezzetti di stoffa, legumi secchi, spago e fili colorati, adesivi, perline, foglie e fiori essiccati, che i piccoli potranno usare per collage e costruzioni, scatoline da rivestire o dipingere di legno o cartone:

la scatola dei tesori può farli stare per ore a inventare nuovi giochi!

organizzatevi! ⇒ se è corredata di tutti gli strumenti che gli servono (colla, forbici, pinzatrice, nastro biadesivo ) sarà facile rimettere tutto in ordine in attesa di un nuovo pomeriggio di invenzioni!

3. Un libro di cucina fatto apposta

È semplice trovare idee e ricette per piatti freddi facilissimi da preparare: che soddisfazione per i vostri bambini mangiarli a cena!

Le mie bambine non sono più bambine 🙂 ma io uso ancora questo di Feltrinelli (consiglio caldamente la Torta del Porcellino Felice)

organizzatevi! ⇒ perché non fotografare i capolavori culinari dei nostri piccoli e raccogliere le ricette in un quadernetto ad anelli?

Lasciare ai piccoli del tempo per riposare e annoiarsi non significa però che le ore passate in casa debbano tradursi in una pausa forzata…
dalla noia del vostro piccolo potete aspettarvi la ricerca di soluzioni da parte sua, ma queste non sempre arrivano: quel giorno si può invitare un amichetto, andare al parco o a prendere un gelato insieme!

Vi interessa l’argomento? Leggete qui dal blog di Cristiana Casoni e qui, da Emanuela Tirabassi per Organizzare Italia!

Appuntamento al 19 Luglio!

Germana